Numero cellulare   +39 338 609 7271

 

 

Sky Q con la parabola del vicino - Alessandro

Il 08/11/2019, Alessandro di Roma chiede:

Buongiorno, poiché dal mio appartamento non ho visibilità del satellite dovrei attaccarmi alla parabola dell'appartamento sopra di me, cambiando l'attuale vecchio convertitore con uno di nuovo tipo. L'antennista mi dice però che non è possibile utilizzare sulla stessa parabola due discese con due diversi utilizzatori dei nuovi servizi Sky, perché c'è il rischio d'interferenze. A me sembra invece che esistono convertitori che consentono su ciascuna delle due discese l'utilizzo senza problemi sia di servizi Sky che altri (es. TivùSat). Chi ha ragione? Un esempio di convertitore che sembra idoneo allo scopo è questo: https://www.eurosat-online.it/gt-sat-gt-dlnb2t/
Grazie per la collaborazione, Alessandro

Il 08/11/2019, l'operatore Massimo Facchini risponde:

Buongiorno Alessandro,


Lnb GT Sat GT-dLNB2T

la ragione, come si dice, sta sempre nel mezzo. Ha ragione il tecnico Sky quando dice che può provocare interferenze e ha ragione lei sulla possibilità di funzionamento con un Lnb come quello che ha indicato e che io ho inserito come foto. Andiamo per ordine: il tecnico Sky è tenuto a eseguire l'intervento con le linee guida che appunto ci dà Sky per non incappare nella sospensione d'installatore qualificato Sky. Le linee guida dicono questo: installare il decoder collegato solo a una parabola e con Lnb personale. Se la parabola è centralizzata utilizzare il multiswitch. Il materiale è dato da Sky ed è incluso nel costo dell'installazione. Per nessun motivo l'installatore deve chiedere soldi aggiuntivi all'installazione standard. E siccome vengono fatti dei controlli con chiamate ai clienti per sapere se sono stati chiesti soldi aggiuntivi, è meglio non fare nessuna installazione fuori dalle linee guida di Sky. Quel dispositivo andrebbe benissimo ma non è garantito il funzionamento da Sky per cui se capita che lei chiama per un intervento, Sky le dirà che si dovrà arrangiare perché non è di loro competenza. Tornando al suo impianto la cosa migliore sarebbe questa: sostituire l'attuale Lnb Scr con uno HVHV (quello per impianti centralizzati) e installare 2 multiswitch dCSS a una uscita ciascuno. Se non esiste uno spazio interno installare i due multiswitch in una scatola stagna. L'Lnb HVHV e un multiswitch dCSS li fornisce Sky, l'altro multiswitch dCSS lo dovrà pagare il vicino (e poi voi vi mettete d'accordo). Se il vicino non utilizza la parabola non serve installare il secondo multiswitch ma l'impianto è già predisposto. Se invece la sua necessità è quella di portare più cavi nel suo appartamento per utilizzare anche TivùSat all'impianto centralizzato basta aggiungere un multiswich standard a 4 uscite e ognuna collegarla a un decoder TivùSat. In questo modo avrà l'impianto conforme a Sky per eventuali future assistenze e inoltre altre prese satellitari alle quali collegare decoder TivùSat.


Cordiali saluti
Massimo Facchini


Il 10/11/2019Alessandro di Roma chiede:


Buonasera Massimo


Grazie mille per la risposta, molto esauriente, mi hai aperto un mondo, avrei però bisogno di alcuni chiarimenti specifici:



  1. I due multiswitch dCSS in scatola stagna sono autoalimentati (senza necessità di presa di corrente) e possono essere installati in cascata sul supporto dell’antenna (che è a L a parete)?

  2. Se il mio vicino non utilizza al momento Sky Q, nell’attesa di montare il secondo multiswitch  lui può comunque utilizzare per tvsat, mysky, etc. una delle 4 uscite del mio multiswitch?

  3. Per la distribuzione in casa sarebbe possibile utilizzare splitter (o deviatori) dCSS a due uscite in cascata anziché il multiswich a 4 uscite a stella ? Questo perché le stanze utilizzatrici sono disposte ai lati di un lungo corridoio e con i partitori in cascata avrei un unico cavo di distribuzione anziché più cavi.

  4. In alternativa, per la distribuzione in casa, sarebbe possibile miscelare al loro arrivo in casa la tv satellitare e la tv dtt proveniente dall’impianto condominiale, senza creare interferenze tra i due impianti ? In questo modo potrei utilizzare l’impianto di distribuzione DTT già esistente (ovviamente duplicando DTT e SAT sulle diverse prese).

  5. Ultima domanda, una curiosità: quando si attiva il contratto Sky Q, i tecnici Sky come verificano l’idoneità dell’impianto? Con ispezione dell’antenna, con strumentazione apposita o con prove di collegamento?


Cordiali saluti
Alessandro


Il 10/11/2019, l'operatore Massimo Facchini risponde:


Buonasera Alessandro,



  1. i due multiswitch dCSS servono unicamente per Sky Q e vengono forniti da Sky in fase di installazione. Qualsiasi multiswitch che installerà andrà installato in cascata e per l'alimentazione ci pensa il decoder satellitare, integrato alla Tv o esterno, tramite il cavo satellitare. L'alimentazione arriva fino all'LNB.

  2. il suo vicino può utilizzare una sua uscita standard del multiswich, esistono anche a 6, 8,12 uscite.

  3. i multiswitch con uscita standard non possono essere divisi con divisori come succede per il digitale terrestre, poichè andrebbero in conflitto i decoder o Tv collegati.
    Multiswitch ibrido

    Esistono dei multiswitch ibridi (come quello in foto), che trasmettono il segnale in modalità standard e Scr (la vecchia tecnologia usata da Sky per i My Sky HD). Con questi multiswitch se i decoder o Tv vengono impostati come Scr è possibile dividere il segnale con un divisore per cui con unico cavo in partenza può dividerlo in casa e portarlo ai decoder o Tv. Esistono a 1, 2, 4, 6 uscite, ma ogni uscita gestita in Scr ha 4 frequenze che si possono utilizzare, per cui installando un divisore a 4 uscite ad ogni cavo è come avere 4 cavi satellitari per ogni cavo.


  4. Presa Tv - Sat demix

    esistono dei miscelatori SAT - DTT e naturalmente dei frutti (quelli da mettere al posto della presa esistente) demiscelatori come quello in foto. Questa tecnologia non crea interferenze in quanto le frequenze utilizzare dai due sistemi sono diverse e separati con questi dispositivi.

  5. in fase di stipula contratto viene chiesto dall'operatore Sky se il cliente ha già la parabola oppure no, nel primo caso viene gestito con installazione parabola e il tecnico quando viene a fare l'installazione installa la parabola e tutto il necessario, nel secondo caso si chiama adeguamento impianto e l'installatore installa l'LNB dCSS oppure il multiswitch dCSS. Dopo la verifica dell'impianto installa il decoder Sky Q. Se posso darle un consiglio, essendo che gli operatori Sky non sono tecnici, quando lei e il suo vicino avrete intenzione di abbonarvi lo potete fare con noi così da potervi supportare su tutto l'impianto.


Cordiali saluti
Massimo Facchini

Leggi tutte le domande