Numero cellulare   +39 338 609 7271

 

 

Come fare un nuovo impianto TV - Simone

Il 20/07/2020, Simone Basanese di Chatillon (AO) chiede:

Buonasera, avendo problemi con un'antenna di più o meno 40 anni di età e dovendo intervenire sull’impianto ho optato per cambiare il tutto! O meglio: antenna (Televes VHF+UHF, amplificatore da palo con alimentatore nel sottotetto da cui posso fare uscire due cavi di discesa, quelli di cui necessito! Adesso prendo solo i canali Rai e nulla di più. Ho provato a spostare l’antenna per vedere se recuperavo qualcosa di più a livello di segnale ma niente di risolto.
Nell’impianto precedente non avevo alcun alimentatore, solo un vecchio partitore di segnale a due vie induttivo! Sostituendolo a valle dell’alimentatore dovrebbe comunque dividermi il segnale (split) o erro? L’alimentatore dell’amplificatore ha due entrate e due uscite. In entrata ho collegato il cavo che scende dall’antenna e in uscita le due televisioni che vorrei avere, eliminando di conseguenza il partitore: è possibile? Ho provato comunque tutte e due le soluzioni e apparentemente dovrei essere su quella più adatta o meglio: antenna, amplificatore, alimentatore e due cavi alle televisioni! Secondo lei è un fatto principalmente di puntamento dell’antenna (ma la Rai la vedo) o potrebbero essere altre cose?

Il 22/07/2020, l'operatore Massimo Facchini risponde:

Buongiorno Simone,
per installare un nuovo impianto TV e renderlo ottimale è necessario un misuratore di campo, senza si rischia di perdere tanto tempo senza avere nessun risultato. Detto questo parliamo di un impianto TV. Per prima cosa è necessario puntare le antenna antenne. Nella sua zona i canali Rai 1 - Rai 2 e Rai 3 (non HD) si ricevono in banda VHF, mentre tutti gli altri canali sono in banda UHF. Avendo montato un'antenna combo (VHF+UHF) basta puntarla verso il ripetitore di Lenty nel comune di Saint-Vincent in posizione orizzontale, cioè con gli elementi paralleli al terreno. Gli elementi sono gli aghi che vede sul braccio dell'antenna. Se non possiede un misuratore di campo sarà necessario collegare un cavo diretto a un televisore (se è piccolo lo porta sul tetto). Passiamo all'amplificatore da palo, essendo l'antenna combo dovrà avere un ingresso unico VHF+UHF e un'uscita da collegare all'alimentatore nel sottotetto. L'amplificatore ha un trimmer (la vite per regolare la potenza) da regolare per non avere troppa o poca potenza sulla presa, altrimenti le Tv non funzionano correttamente. In questo caso serve per forza un misuratore di campo, la potenza di norma deve stare tra 60dB e 70 dB. Veniamo all'alimentatore. Un alimentatore con 2 ingressi mi sembra strano, controlli bene sul foglio delle istruzioni. L'ingresso va collegato all'amplificatore da palo, le due uscite sono quelle che vanno ai due televisori. I collegamenti sono come li ha fatti lei ma se non funziona qualcosa è sbagliato. Se non dovesse riuscirci dovrà contattare un antennista che tramite il misuratore di campo trovera il problema di ricezione in poco tempo.


Cordiali saluti
Massimo Facchini


Il 22/07/2020Simone Basanese di Chatillon (AO) risponde:


Buonasera, vorrei ringraziare l’esperto Massimo Facchini che ha risposto in maniera esauriente alle mie questioni.

Leggi tutte le domande