Numero cellulare   +39 338 609 7271

 

 

Impianto TV e Sat. Come estendere l'impianto TV e Sat in ogni stanza della propria casa.

 
Come estendere l'impianto TV e SAT nell'appartamento

Se nel vostro appartamento è prevista solo una presa dell'impianto TV del digitale terrestre e volete evitare fastidiose discussioni in famiglia è bene organizzarsi per mettere una presa tv in ogni stanza, facendo in modo da mantenere l'indipendenza dei singoli apparecchi, con la relativa scelta del canale. Per la TV digitale terrestre si può predisporre l'impianto tv nell'appartamento collegando un decoder DTT in ogni stanza e spostare solo la smart card, quando si vuole seguire un programma pay, per tutti gli altri programmi non si pone il problema della smart card, giacché sono liberi da qualsivoglia abbonamento.

Per la TV satellitare, si possono predisporre prese SAT indipendenti in ogni stanza da gestire come si vuole. I segnali TV satellitari e terrestri non hanno un formato video digitale molto diverso tra loro anche se usano modulazioni differenti, questo ci facilita di molto il lavoro. Però se dobbiamo aggiungere più prese nell'appartamento, esigenza che si pone molto spesso, il SAT richiede che ogni presa disponga di un cavo indipendente collegato ad un unico punto di ripartizione dei segnali, invece quello dell'impianto TV non ha particolari esigenze e si possono aggiungere facilmente.

 

Come aggiungere una presa TV

Se in casa è presente una sola presa dell'impianto TV, cosa che accade molto spesso, possiamo partire da questa per aggiungerne delle altre, in modo da facilitarci il lavoro. Possiamo adottare vari schemi di collegamento con ramificazioni diverse, basta solo avere ben chiaro il progetto nelle nostre menti. I vari schemi che è possibile avere sono:

  • In cascata: prese TV collegate in serie;
  • Radiali: prese ognuna collegata con un cavo indipendente a unico punto di ripartizione;
  • Ibridi: prese miste tra radiali e a cascata.

Per collegare prese aggiuntive a cascata e mantenere bilanciato l'impianto, dobbiamo prima verificare l'impianto condominiale, la lunghezza e la caratteristica dei cavi da installare.

Il sistema più semplice è quello di collegare un amplificatore alla presa di partenza, cioè quella condominiale e poi dividere i segnali con un derivatore a due uscite o a quattro uscite.

 

Come aggiungere una presa SAT

Per aggiungere le prese SAT, la cosa principale è che si mantenga l'indipendenza tra i vari decoder della casa, per far ricevere a ognuno un eventuale programma diverso. È possibile ottenere questo solo aggiungendo un cavo indipendente per ogni decoder. Si parte sempre da quello condominiale, se realizzato con prese multiswitch a cascata o dal centralino di testa, se questo è realizzato con prese multiswitch radiale.

Anche in questo caso si deve valutare la lunghezza massima dei cavi utilizzabili, anche perché alle frequenze della TV satellitare i cavi coassiali portano maggiori perdite, rispetto a quelli della TV digitale terrestre.

 

Se l'antenna non è condominiale ma privata

Se l'antenna non è condominiale ma privata, cosa che accade spesso, bisogna fornirsi di un amplificatore di antenna, chiamato centralino, da installare a monte dell'impianto vecchio e proseguire nell'installazione dell'impianto digitale terrestre come già descritto sopra.

Lo stesso vale per l'antenna dell'impianto satellitare. Qui bisogna fornirsi di un illuminatore con più uscite e far discendere un cavo per ogni presa necessaria, oppure bisogna fornirsi di un amplificatore d'antenna multiswitch a cui collegarsi. È molto importante calcolare la lunghezza dei cavi, in modo da non dover operare scomode e difficili aggiunte, che potrebbero risultare poco sicure per il nostro impianto.

Per saperne di più e per richiedere un preventivo gratuito contatta i tecnici de Lantennista.