Numero cellulare   +39 338 609 7271

 

 

Powerline: cos'è e come funziona

Powerline

Avete problemi di connessione perché il segnale wi-fi non copre alcune aree della vostra casa o del vostro ufficio? La soluzione è una sola e si chiama Powerline.

Facile da installare e facile da usare, Powerline trasmette il segnale Internet utilizzando i cavi dell’elettricità: se avete bisogno di estendere la copertura in punti dove è mancante o debole, oppure se cercate porte Ethernet a cui collegare via cavo dispositivi come Smart TV, Computer o Console di Gioco, Powerline è senza dubbio quello che fa per voi.

Caratteristiche tecniche degli adattatori Powerline

I Powerline sono dei piccoli dispositivi che servono per creare, clonare e ampliare la rete wi-fi di casa o quella aziendale, portandola in quelle zone dove il segnale non riesce ad arrivare, come su più livelli di un immobile con mura molto spesse, nel seminterrato oppure in mansarda, con la sicurezza di non avere perdite di segnale anche se la fonte è lontana.

Gli adattatori Powerline - chiamati anche moduli - una volta attaccati alla corrente e configurati diventano dei nuovi hotspot a cui collegarsi: la rete Powerline sfrutta l'impianto elettrico già esistente per creare una LAN domestica, cui potrete connettere i vostri dispositivi. Gli adattatori riescono a mantenere intatta quasi del tutto la potenza del segnale originale, anche se, per avere il massimo dell'efficienza, è bene collegarli allo stesso contatore e, soprattutto, a un impianto non troppo vecchio, che potrebbe rallentarne la velocità.

Inoltre, per ottenere il massimo delle prestazioni è consigliabile collegare gli adattatori direttamente alla presa a muro anziché alle cosiddette “ciabatte”. Se non avete prese libere, potete acquistare degli adattatori Powerline dotati di presa passante, i quali hanno una presa incorporata e permettono di alimentare altri apparecchi.

La velocità di trasferimento dei dati nella rete viene indicata in Mbps (Megabit per secondo) sommando i valori di downlink e uplink, cioè di scaricamento e caricamento dei dati. Gli adattatori Powerline più economici assicurano prestazioni pari a 200Mbps, poi ci sono quelli da 500Mbps, quelli da 600Mbps e infine quelli da 1200Mbps.

Struttura

I Powerline sono delle piccole scatole di forma quadrata o rettangolare il cui punto di attacco è rappresentato da una presa di corrente. In genere sono venduti in& kit costituiti da una coppia di elementi, di cui uno è il trasmettitore, il quale deve essere collocato vicino al router e a esso collegato, e uno è il ricevente, che deve portare il segnale wi-fi in un luogo remoto. Sul mercato potrete trovare anche kit costituiti da più elementi, cioè da un trasmettitore e da più riceventi, così da dilatare il segnale in più punti del locale.

In base alla tecnologia di trasmissione, esistono vari tipi di adattori Powerline. In genere, la prima distinzione è tra adattori più economici, che dispongono solo di porte Ethernet e che permettono di estendere il segnale di Internet via cavo, e adattatori più costosi ed evoluti, chiamati powerline wifi, che permettono di trasmettere il segnale Internet anche via wireless o wi-fi, fungendo da access point wireless. In base ai modelli, i Powerline wireless possono essere muniti di una o più porte Ethernet che consentono di effettuare la connessione cablata, cioè il collegamento mediante un cavetto di un qualsiasi dispositivo, molto utile se si deve scaricare oppure inviare una grande quantità di dati.

Come usare gli adattatori Powerline

L’installazione di Powerline è semplice, veloce e non richiede particolari conoscenze tecniche. Per prima cosa dovrete inserire il Powerline trasmettitore nella presa elettrica e poi collegare questo al router, semplicemente usando un cavo di rete. I Powerline riceventi, invece, devono essere inseriti nella presa di corrente delle stanze, o dei luoghi, dove c’è scarsa copertura di rete.

Lato software, dovrete configurare i vostri adattatori accedendo al loro pannello di controllo. Nel caso degli adattatori con supporto wireless, per accedere al pannello di controllo dovrete stabilire la connessione con il computer usando le credenziali indicate nel manuale di istruzioni del dispositivo.

Per gli adattatori più economici con connessione via cavo Ethernet vi basterà collegare il computer usando proprio un cavo Ethernet, per poi aprire il browser e digitare l’indirizzo del dispositivo Powerline che si trova nel manuale di istruzioni.

Tramite il pannello di controllo dell’adattatore potrete eseguire la procedura guidata per l’installazione di un nuovo punto di accesso, configurare la rete wireless e aggiornare il firmware, in maniera simile ai pannelli di controllo dei router.

Gli adattatori Powerline assicurano anche una tutela da accessi indiscreti: vi basterà premere un pulsante per proteggere la rete appena creata da accessi non autorizzati, attraverso un sistema di crittografia.

Adattatori Powerline: guida all’acquisto

Sul mercato troverete tantissimi modelli di Powerline, che si differenziano per tutta una serie di fattori che dovrete sicuramente prendere in considerazione prima di procedere all’acquisto. Quando si comprano dei dispositivi Powerline il primo elemento di scelta è sicuramente la prestazione del prodotto.

In realtà i modelli presenti sul mercato variano per tante altre caratteristiche, altrettanto importanti, come il numero di porte Ethernet, la modalità di risparmio energetico in caso di inutilizzo dei dispositivi, la presenza delle antenne esterne che consentono la massima diffusione del segnale wi fi, il tasto wi fi clone e la presenza della rete passante, giusto per citarne alcune.

Lantennista di Rimini è in grado di consigliarvi il dispositivo più adatto ai vostri ambienti, tra i marchi di più alta qualità sul mercato: Tp Link Powerline, Fritz Powerline, Powerline Netgear e D Link Powerline. Contattateci subito per ricevere una consulenza e fare una migliore esperienza d'acquisto!