Numero cellulare   +39 338 609 7271

 

 

  • Impianti Terrestri
    Impianti Terrestri

    Il 4 luglio del 2012 l’Italia ha completato il passaggio al digitale terrestre. Ciò ha significato avere più canali, maggiore qualità sia di immagini che di suono, la possibilità di interazione e un minore inquinamento elettromagnetico.

    E' possibile ricevere il digitale terrestre tramite un decoder, che può essere già integrato o esterno al televisore, in base al tipo di apparecchio posseduto.

    Clicca qui

  • Impianti Satellitari
    Impianti Satellitari

    Oggi gli impianti satellitari si trovano su tutti i balconi o tetti delle città. Sono composti da un'antenna a forma di disco e da una parabola, che riceve il segnale trasmesso dai tanti satelliti in orbita geostazionaria intorno alla Terra, concentrandolo sul convertitore LBN situato nel fuoco della parabola.  Tra i più conosciuti Hot Bird, che trasmette molti canali italiani tra cui la pay per view SKY. 

    Clicca qui

  • Impianti Fibra Ottica
    Impianti Fibra Ottica

    La fibra ottica è il futuro della televisione.

    Piccolissimi cavi, quasi trasparenti, capaci di trasportare dati e informazioni ad altissima velocità. Sono maneggevoli e meno propensi a danneggiarsi, cosa che succede più frequente ai cavi elettrici, per questa loro fruibilità sono molto apprezzati dagli esperti installatori. Col tempo abbattono i costi e aumentano le capacità di connettere più utenti per linea.

    Clicca qui

La risposta alla domanda "Per ricevere la tv via satellite, devo cambiare il televisore" è "No". 

Vediamo meglio perchè. 

Per ricevere la tv via satellite, non è necessario cambiare il televisore, in quanto qualsiasi televisore può essere collegato ad un ricevitore sat o decoder satellitare, un decodificatore da satellite che insieme all'antenna parabolica va a costituire l'impianto tv satellitare. L'antenna parabolica, posizionata sul balcone o sul tetto, deve essere rivolta in direzione dei satelliti Eutelsat Hot Bird a 13° Est, secondo i dati di puntamento che variano in virtù della provincia nella quale vi trovate.

Per poter apprezzare davvero la differenza qualitativa con la tv tradizionale, è consigliabile collegare il decoder satellitare al televisore mediante l'impiego di una presa HDMI.

Per chi non conosce il mondo delle telecomunicazioni e dell'elettronica, il termine HDMI, acronimo di High-Definition Multimedia Interface ovvero Interfaccia multimediale ad alta definizione, indica sia il cavo HDMI che la presa HDMI.

La presa HDMI consiste in un particolare tipo di connettore, impiegato nei televisori e negli apparecchi che ad essa devono essere collegati, come videoregistratori, decoder, lettori DVD e DVD-recorder. La presa HDMI è munita di 19 piedini, detti anche poli o “pin”, ciascuno dei quali trasmette un segnale elettrico digitale, che può uscire o entrare nella presa HDMI, creando così un collegamento parallelo di tipo digitale.

Il connettore può essere di tipo Standard, Micro o Mini a seconda del suo utilizzo.

Se desideri richiedere una consulenza sul tuo impianto domestico e sulla possibilità di dotare la tua abitazione, il tuo condominio o il tuo albergo di un impianto TV satellitare, contatta i tecnici de LANTENNISTA, centro specializzato nella messa a punto ed installazione di impianti digitale terrestre, impianti satellitari e impianti in fibra ottica. Sapremo rispondere ad ogni dubbio o domanda tu voglia porci.